Inner Peace – meditare a scuola

Sempre più scuole in Italia stanno adottando il progetto Inner Peace, perché bambini e ragazzi, specialmente delle elementari e medie, imparino un poco di meditazione e su loro stessi. E’ così che molti riescono ad entrare nuovamente in contatto con il loro sé più profondo, scoprendo ancora di più la gioia che deriva dalla loro innocenza.

Lunedì 30 Gennaio e i giorni a seguire hanno visto un grande evento del progetto Inner Peace a Madrid, con anche alcune scuole italiane connesse: circa 10.000 tra bambini e ragazzini hanno meditato, e in seguito cantato e ballato con dei concerti a seguire.

La meditazione nelle scuole è un metodo sempre più riconosciuto per diminuire considerevolmente ansietà, stress (ormai presente anche nei bambini) e deficit di attenzione.

Qui di seguito un piccolo video mostra una di queste esperienze, proprio da gioire!

Sereni con se stessi

img0032

“La pace deve essere dentro, per iniziare. Dovete essere in pace dentro di voi. Se non siete sereni, se fate dei trucchi con il vostro ego,se vi soddisfacete solamente dicendo che siete pacifici, siete tristemente in errore.

La pace deve essere gioita dentro di voi. Deve essere percepita dentro di voi. Dunque non datevi soddisfazioni sbagliate, non datevi false nozioni. Non ingannatevi.

La pace deve essere sentita dentro di voi, e se non la sentite, non dovreste venire e chiedermi, “Madre, perché non la sento”. Perché non vi verrò a dire che qualcosa è sbagliato dentro di voi. Dovete farlo funzionare in modo che sentiate la pace dentro di voi stessi.

Non è che se c’è troppo silenzio fuori, vi sentite pacifici. La pace deve essere dentro di voi. L’avete. Il vostro Spirito è assolutamente pacifico – Avyagra, senza irrequietezza. Non c’è irrequietezza nel vostro Spirito. E’ assolutamente pacifico e fermo.

Siete voi che lo sentite. Nessun altro vi certifica. (…) Solo la pace interiore può registrare qualsiasi cosa che è auspichevole, qualsiasi cosa che nutre la vostra crescita. Dunque provate a fare pace con voi stessi”.

Shri Mataji Nirmala Devi, Bordi (India), 7 Febbraio 1985

Egli era così felice e gioioso!

“Egli era così felice e gioioso! Aiutava i poveri, aiutava i bisognosi, poiché comprendeva i loro problemi, riusciva a sentirli. Cercava di aiutare persone con malattie di ogni tipo, i diseredati, mentre oggi il mondo è arrivato ad un tale livello di assurdità che si aiutano le nazioni a combattersi! Creano il Cristianesimo per combattersi! Cosa sta facendo il Cristianesimo in questo paese? Vogliono soltanto ottenere un grande potere creando molti cristiani. Ho sentito che in molti posti stanno convertendo la gente al Cristianesimo. Cristo non ha mai convertito nessuno! Egli voleva dare la trasformazione, così come l’avete ottenuta tutti voi. Ma non cambiando la religione o questi segni esteriori che avete dalla nascita, no! E ciò che ha ottenuto è questa gente inutile, di terza categoria, che insegue lussuria e avidità.”

Shri Mataji Nirmala Devi
Ganapatipule (India), 25 Dicembre 2002

Scienza: Sahaja Yoga aumenta la materia grigia

Già vi sono diversi studi scientifici e medici che dimostrano la validità della meditazione di Sahaja Yoga. Ne presentiamo qui un altro.

Questa ricerca ha avuto luogo nell’Università di Tenerife, in Spagna, e ha dimostrato come la pratica a lungo termine di Sahaja Yoga è associata con:

  • un 7% in più – in media – di volume di materia grigia totale del cervello
  • un cervello più giovane
  • un uso più frequente di una parte del cervello che è associata con: attenzione sostenuta, autocontrollo, compassione e percezione del proprio interiore.

Il risultato della ricerca è stato pubblicato nella prestigiosa rivista scientifica PLOS ONE, e in seguito ripresa da vari quotidiani e media.

La ricerca è stata fatta usando come campione 23 persone che praticano regolarmente e hanno lunga esperienza di Sahaja Yoga, e 23 altre persone, senza pratica di meditazione, con la stessa età, sesso e livello di educazione dei praticanti. I soggetti sono stati sottoposti a scansione con risonanza magnetica e il volume di materia grigia è stato comparato usando un particolare metodo (Voxel-Based Morphometry).

Il volume di materia grigio è risultato maggiore in coloro che praticano Sahaja Yoga. Inoltre, il volume era maggiore in diverse regioni specialmente nell’emisfero destro. In comparazione, nei non praticanti non è stato trovato alcun volume maggiore rispetto ai praticanti in nessuna parte del cervello.

Per leggere più informazioni riguardanti la ricerca, poniamo qui il link (in inglese):

http://journals.plos.org/plosone/article?id=10.1371/journal.pone.0150757

journal.pone.0150757.g003