Archivi categoria: Qualità dello Spirito

Video: Agnya chakra

Per chi non li avesse ancora trovati, ecco i video registrati dalle serate in cui abbiamo parlato dell’Agnya chakra.

  • La meditazione iniziale della serata:

  • La spiegazione del chakra, delle sue qualitá e cause di blocco:

Annunci

Aggiunta video: Vishuddi

Siamo in piena estate, e se avete del tempo libero, cosa c’é di meglio di approfittarne per approfondire, o iniziare, la meditazione?

Il corso alla pagina https://fermatiameditare.wordpress.com/il-corso-on-line/ era rimasto incompiuto. Ho provveduto a mettere fine a questa mancanza aggiungendo le registrazioni fatte durante il corso online di questa primavera.

Qui sotto potete trovare, fatte durante la serata riguardante il Vishuddi chakra:

  • La meditazione

  • La spiegazione del chakra, delle sue qualitá e problemi.

Riassunto: Agnya chakra

Un breve riassunto dell’Agnya chakra, presente nella nostra testa. Potete scaricare qui la presentazione.

Posizione: in varie parti della testa. L’agnya centro si trova all’altezza della fronte. La parte destra del chakra e’ nell’emisfero sinistro (o sulla tempia sinistra per localizzarlo), mentre quella sinistra e’ presente nell’emisfero destro (i canali si incrociano a livello del chiasma ottico). C’e’ un Angya ‘dietro’, o ‘back Agnya’, presente dietro la testa, al centro della nuca, e corrisponde anche al Mooladhara chakra.

Sulle dita è presente negli anulari.

Qualitá principali: il perdono in tutti gli aspetti. Verso gli altri, verso noi stessi. Nell’Agnya destro si accumulano i nostri pensieri verso il futuro e la pianificazione (sopraconscio), mentre in quello sinistro i pensieri verso il passato e l’emotività (subconscio). Solo nel centro vi è il presente (inconscio collettivo).

Un Agnya destro equilibrato ci porta a compiere le nostre azioni quotidiane senza cadere nello stress o nelle preoccupazioni, facendoci gioire del loro compimento presente. Un Agnya sinistro equilibrato ci permette di vivere i ricordi e le emozioni senza attaccamenti, ma solo gioiendo di essi.

Trattamenti: per l’Agnya destro (tempia sinistra), porre del ghiaccio per alcuni minuti. Per il sinistro (tempia destra) usare la candela come negli altri chakra di sinistro. La candela è un buon trattamento anche per il ‘back Agnya’, se riusciamo con una mano a tenere orizzontale il contenitore della candela; altrimenti è meglio farci passare la candela ad una persona seduta dietro di noi.

Per l’Agnya sulla fronte, possiamo usare la luce della fiamma della candela. Guardiamo il bindi (circolo rosso) sulla fronte di Shri Mataji attraverso la fiamma, tenuta a un 10-20 cm di distanza, alternando gli occhi, per alcuni minuti ciascuno.

Per tutti, il perdono è il migliore trattamento.

Riassunto: Anahat chakra

Un piccolo riassunto riguardo all’Anahat chakra, o chakra del cuore. Potete scaricare qui la presentazione.

Posizione: nel petto, sia al centro, che a sinistra e a destra. Sulle mani è presente nei mignoli.

Qualità principali: nel cuore sinistro troviamo la sede dello Spirito (per cui qui affermiamo, Madre io sono lo Spirito); nel cuore centro vi risiede il coraggio, la compassione, l’amore, l’assenza di paure, la generosità; nella parte destra vi sono le qualità di responsabilità (in maniera equilibrata), di rispetto e dignità.

Inoltre il cuore sinistro è influenzato dall’aspetto materno (rapporto con la madre, o madre e rapporto con i figli), mentre il destro dall’aspetto paterno (rapporto con il padre, o padre e rapporto con i figli).

Trattamenti: l’elemento di questo centro e plesso è l’aria: piccoli esercizi di respirazione, o anche respirare profondamente, aiutano a rilassarlo durante la meditazione. Dare vibrazioni e piccoli colpetti al centro del petto se si sente bloccato.

Riassunto: il Void

Mercoledì scorso abbiamo parlato e meditato sul Void. Potete scaricare qui la presentazione.

Posizione: tutt’intorno al ventre. Sulla mano la parte esteriore del palmo.

Qualità principali: essere il maestro di se stessi, imparare a valutare il nostro giudizio su noi stessi senza essere influenzati da giudizi altrui. Imparare ad avere fiducia nella Kundalini come nostra guida e maestra.

Trattamenti: massaggiare la pancia in senso orario mentre si medita; allo stesso modo dare vibrazioni tramite bandhan. Per il resto, seguire gli stessi trattamenti del Nabhi.

Riassunto: il Nabhi chakra

Mercoledì scorso abbiamo parlato e meditato sul terzo chakra del nostro sistema sottile, il Nabhi.

Qui potete trovare la presentazione con le informazioni sul chakra, ma per avere un’idea generale, ecco le informazioni base.

Posizione: nella parte alta del ventre, sopra l’ombelico ma sotto le costole. Il Nabhi centro risiede all’incirca all’altezza dello stomaco. Sulle mani risiede nelle dita medie; sui piedi è presente sull’alluce. Sulla testa, risiede anch’esso nella parte posteriore, in un circolo intorno allo Swadhistan chakra (che a sua volta circonda il Mooladhara).

nabhi

Qualità principali: attenzione (Nabhi destro); pace, equilibrio, dharma, evoluzione (Nabhi centro); soddisfazione, buone relazioni familiari (Nabhi sinistro).

Plesso: solare.

Organi controllati: parte superiore di fegato, intestino, milza, pancreas; stomaco e altri organi dedicati alla digestione.

Trattamenti: principalmente pediluvio (qui le istruzioni), con acqua calda quando sentiamo il Nabhi sinistro bloccato, o fredda per blocchi sul destro (lo stesso equivale per i canali). Candela per il Nabhi sinistro; ghiaccio per il destro (fegato caldo, come nello Swadhistan chakra). Il ghiaccio sul fegato è ottimo anche per quando abbiamo troppi pensieri in testa che non riusciamo a fermare.

Qui sotto il video visionato settimana scorsa.

A domani sera!