Nabhi Chakra – la meditazione

Il Raga Todi è un tipo di musica perfetta per equlibrare Swadhistan e Nabhi chakra

Cominciamo una meditazione normale.

Scarichiamo i canali con entrambe le mani a terra. Successivamente scarichiamo le negatività del canale sinistro e del canale destro con i metodi già visti.

Meditiamo un po’ sul nostro Mooladhara Chakra, come si può anche leggere sulla meditazione del canale sinistro. Possiamo chiedere di stabilizzare la nostra innocenza, purezza e saggezza.

Passiamo in seguito allo Swadhistan.

Possiamo fare ancora la meditazione su questo chakra, oppure semplicemente portare la mano destra sul chakra al centro, nella parte bassa della pancia, e chiedere: “Madre Kundalini perfavore stabilizza la mia attenzione. Donami la pura attenzione, la pura concentrazione. Donami una pura creatività“.

Porta poi la mano destra sul nostro Nabhi sinistro, al di sotto della gabbia toracica. Qui chiedere semplicemente: “Madre Kundalini, rendimi una persona pienamente soddisfatta”. Non pensiamo per forza a qualcosa di materiale che ci manca, la soddisfazione reale è tale anche quando non abbiamo niente, perché niente ci serve realmente, al di là dei bisogni primari. Quando siamo in silenzio e connessi con questa energia onnipervadente, non ci manca niente.

Dopo essere stati quanto si vuole su questo punto, portiamo la mano destra sul Nabhi centro, dove risiedo lo stomaco. Qui chiediamo: “Madre Kundalini, perfavore, donami la pace e la serenità”. Se vogliamo, aggiungiamo: “Perfavore donami il dharma, il giusto comportamento, e stabilizza la mia evoluzione“.

Dopo aver meditato su questo chakra, portiamo la mano destra sulla gamba con il palmo aperto, e la mano sinistra sul Nabhi destro, dove risiede il fegato, appena al di sotto della gabbia toracica. Qui possiamo chiedere: “Madre Kundalini, perfavore, rinfresca il mio fegato. Assorbi tutto ciò che distrae la mia attenzione.

Continuare poi la meditazione sul cuore, sulla fronte e sull’osso della fontanella, come abbiamo spiegato finora. L’importante è riuscire anche per qualche istante a stare in consapevolezza senza pensieri. Ora che stiamo vedendo le varie qualità dei chakra, per meditare si può mettere la mano o l’attenzione su quel chakra che sentiamo bloccato o pesante, e chiedere alla Kundalini di risvegliare le qualità che sono proprie di quel centro.

La corrispondenza sulla mano del Nabhi chakra è il dito medio.

Un pensiero su “Nabhi Chakra – la meditazione

  1. Pingback: Cuore – la meditazione « Fermati a meditare

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...