Archivi tag: Gesù

Egli era così felice e gioioso!

“Egli era così felice e gioioso! Aiutava i poveri, aiutava i bisognosi, poiché comprendeva i loro problemi, riusciva a sentirli. Cercava di aiutare persone con malattie di ogni tipo, i diseredati, mentre oggi il mondo è arrivato ad un tale livello di assurdità che si aiutano le nazioni a combattersi! Creano il Cristianesimo per combattersi! Cosa sta facendo il Cristianesimo in questo paese? Vogliono soltanto ottenere un grande potere creando molti cristiani. Ho sentito che in molti posti stanno convertendo la gente al Cristianesimo. Cristo non ha mai convertito nessuno! Egli voleva dare la trasformazione, così come l’avete ottenuta tutti voi. Ma non cambiando la religione o questi segni esteriori che avete dalla nascita, no! E ciò che ha ottenuto è questa gente inutile, di terza categoria, che insegue lussuria e avidità.”

Shri Mataji Nirmala Devi
Ganapatipule (India), 25 Dicembre 2002

Serata 8/04: il perdono e il significato vibratorio della Pasqua

Questo mercoledi, 8 di Aprile, ritorniamo indietro di qualche giorno e parliamo della Pasqua. O per meglio dire, del suo significato sottile, secondo le vibrazioni, di quel che significa. E perché, e come, Gesù Cristo è legato all’Agnya chakra.

Mediteremo dunque su questo centro e spiegheremo i mantra e le tecniche per cercare di tenerlo sempre pulito.

Vi aspettiamo Mercoledi alle 21!

http://login.meetcheap.com/conference,50925214

Il Battesimo di Cristo. Il vero battesimo non è l'acqua versata artificialmente sui neonati, come si può intuire, ma  l'ascesa della Kundalini che ci da l'unione con il Divino. Un'unione reale e percepibile.

Il Battesimo di Cristo, di Leonardo da Vinci. Il vero battesimo non è l’acqua versata artificialmente sui neonati, come si può intuire, ma l’ascesa della Kundalini che ci da l’unione con il Divino. Un’unione reale e percepibile.

 

Felice Natale da Fermati a Meditare!

Vi auguriamo un felice natale e buone feste per questo Natale 2014.

Ecco due piccole citazioni di Shri Mataji Nirmala Devi riguardo questo evento importante, la nascita di Gesù. Il Natale è, di fatto, la festa dell’Agnya chakra, dove risiede, principalemente, il perdono.

Continua a leggere

I segreti spirituali dell’atomo di carbonio

Molti di noi hanno studiato al liceo o all’università come è fatto un atomo, composto da elettroni, protoni e neutroni. Gli elettroni sono gli unici che si muovono intorno al nucleo composto dalle altre due particelle, in uno spazio vuoto.

Heisenberg con il principio di indeterminazione ha dimostrato che non si può sapere l’esatta posizione o velocità di un elettrone, ma solo un percorso probabile che percorre intorno al nucleo, formando una specie di nube.

Continua a leggere

Gandhi su Gesù e le religioni

Ricordo che un verso del Gujarati, che da bambino avevo studiato a scuola, rimaneva fisso nella mia mente. In sostanza, esso affermava questo:
Se qualcuno ti dà da bere dell’acqua e tu gli restituisci altrettanto, non è niente. La vera grandezza consiste nel rendere bene per male”.
Nella mia fanciullezza, questo verso ebbe una forte influenza su di me ed io cercai di metterlo in pratica. Poi venne il Discorso della montagna. Ovviamente, conoscevo abbastanza bene la Bhagavad Gita in sanscrito, ma non avevo studiato a fondo il suo insegnamento proprio su quel particolare punto. Fu il Nuovo Testamento a farmi realmente capire la giustezza ed il valore della resistenza passiva.
Quando lessi nel Discorso della montagna passi come questi: “Non resistere al malvagio, ma a chi ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, porgi anche l’altra” e, “Amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli”, fui semplicemente invaso da una grandissima gioia. Trovavo conferma alla mia opinione, proprio là dove meno me l’aspettavo. La Bhagavad Gita venne a rinforzare questa mia impressione, ed “Il Regno di Dio è dentro di voi” di L.Tolstoy, diede forma precisa a questa idea. Le idee che stanno alla base dell’inno del Guyjarati e del Discorso della montagna avrebbero rivoluzionato tutta la mia vita.

(…)

Devo aggiungere che non mi limitai allo studio della Bibbia, dei suoi commenti e di altri libri sul cristianesimo, fornitimi dai miei amici. Mi dissi che se dovevo trovare soddisfazione attraverso il ragionamento, dovevo studiare anche le scritture di altre religioni e così poter fare la mia scelta. Mi rivolsi al Corano. Cercai anche di capire qualcosa del giudaismo come religione distinta dal cristianesimo, studiai anche la religione di Zoroastro. Giunsi così alla conclusione che tutte le religioni sono giuste, ma che ognuna di esse è imperfetta . Imperfetta naturalmente e necessariamente, perché è interpretata con il nostro povero intelletto, a volte con i nostri poveri cuori ed il più delle volte è interpretata male.
In tutte le religioni scoprii, con dolore, che esistevano interpretazioni diverse ed anche contraddittorie di certi testi e mi dissi: “No, queste cose non fanno per me, se voglio la soddisfazione dello spirito, devo tentare la mia via, devo aspettare Dio in silenzio e chiedergli di guidarmi.” C’è un bel verso in sanscrito che dice: “Dio aiuta solo quando un uomo si sente completamente impotente ed umile.