Archivi tag: comunicazione

Makar Sankranti, 14 di Gennaio

Una immagine che rappresenta simbolicamente Shri Surya, il Sole, in India

Una immagine che rappresenta simbolicamente Shri Surya, il Sole, in India

Oggi, 14 di Gennaio, è un giorno che in India è chiamato Makar Sankranti, un giorno di celebrazione, di buoni propositi e di amicizia. È il giorno in cui il Sole, secondo la rivoluzione della Terra attorno ad esso, passa dal Tropico del Capricorno (dell’emisfero Sud del pianeta) al tropico del Cancro (dell’emisfero nord).

È la celebrazione del Sole, ed è l’unica festività che lo segue come date (infatti è una data fissa) rispetto a tutte le altre che seguono il ciclo della Luna. Il Sole è rappresentato da una divinità in India chiamata Shri Surya. Chiaramente c’è anche una spiegazione più sottile, che riporto qui sotto in una parte di discorso di Shri Mataji:

Continua a leggere

Annunci

Il Vishuddi chakra – III parte

Il Vishuddhi sinistro


Il Vishuddhi sinistro è quell’aspetto in cui si raccolgono i problemi emotivi del lato sinistro, legati ai rapporti sociali ed al nostro rapporto con il mondo in generale.Una persona con un blocco al Vishuddhi sinistro tenderà a lasciarsi dominare dagli altri e a non aver rispetto di se stessa, di conseguenza si lascia andare, si autocommisera in continuazione e non si ha cura della propria persona anche dal punto di vista meramente fisico.

Nel modo di parlare difficilmente sarà schietta e sincera, mentre avrà la tendenza a mentire e a nascondere i suoi veri sentimenti. Se parliamo male di qualcuno in sua assenza, se siamo dediti al pettegolezzo, se cerchiamo di ferire gli altri con l’ironia, dobbiamo sapere che questi atteggiamenti minano la salute del Vishuddhi sinistro.

C’è poi il problema dei sensi di colpa, l’attitudine a sentirsi colpevoli ad ogni più piccolo pretesto, o a rifugiarsi nei sensi di colpa per diciamo, mettere a posto la coscienza, si è sviluppata oltremisura specialmente in Occidente, a causa di un infelice tradizione cattolica che ha recitato per secoli “mea culpa mea culpa” distorcendo l’originario messaggio del pentimento cristiano.

Shri Mataji ebbe occasione di dire una volta che il Cristo non disse mai che bisogna sentirsi colpevoli, ma esortò a pentirsi, che significa rendersi conto degli errori commessi ed essere risoluti ed evitarli d’ora in avanti. I sensi di colpa hanno un effetto deleterio, attraverso il Vishuddhi, su tutto il nostro essere interiore e ci rendono deboli, lamentosi, favoriscono l’insorgere di malattie come l’angina, l’artrosi cervicale e ci impediscono di esprimere pienamente le qualità positive che possediamo. I sensi di colpa inoltre alimentano un atteggiamento ipocrita perché, costituiscono una scappatoia per evitare di affrontare i propri difetti.

Il Vishuddhi destro

Nel suo aspetto di lato destro, esprime le qualità regali del Vishuddhi, la magnanimità, l’essere di larghe vedute, la capacità di vedere gli aspetti della vita come una più grande totalità. Dal punto di vista del linguaggio questa magnanimità si esprime con la dolcezza nel modo di parlare e col rispetto degli altri, della loro personalità e delle loro idee. Mentre il Vishuddhi sinistro esprime la qualità del rispetto di se stessi, il destro ci da il rispetto degli altri.

I difetti di questo centro sono alquanto plateali perché si manifestano nella vita sociale. Il blocco a questo centro ci rende arroganti, egocentrici, ci da la tendenza a dominare gli altri, a soffocare la loro personalità per poter emergere, si parlerà spesso a voce alta e si pretenderà di avere sempre l’ultima parola; può anche accadere che questo tipo di carattere non si esprima apertamente all’esterno, ma ciò che accade è dentro di noi, nei pensieri e nei sentimenti ci si sente pieni di astio e di aggressività verso gli altri.

Un modo di parlare sarcastico, sempre pronto allo scherzo pesante o materiale è pure indice di un blocco al Vishuddhi destro. Le persone che svolgono un lavoro in cui devono usare molto la voce, o che rivestono un ruolo di comando, avranno la tendenza a sviluppare un problema in questo chakra.

Il principio dominante di questo chakra è l’integrazione col Tutto, con la collettività, la sensazione di far parte dell’insieme. E’ anche il potere dell’eloquenza, è per così dire l’altoparlante del cuore, se è utilizzato per altri scopi, nuocere al prossimo per esempio, significa che pervertiamo il potere che ci è stato conferito

Il Vishuddi chakra

Il chakra del Vishuddhi, corrisponde, nell’evoluzione, alla nascita dell’homo sapiens, perché il Vishuddhi chakra è comparso quando l’uomo ha assunto una posizione eretta.
Al livello del Vishuddhi si risveglia la coscienza dell’umanità appena nata, la società comincia ad organizzarsi, con la parola ed in seguito con la scrittura, si stabilisce la comunicazione tra gli uomini

Il Vishuddhi è il chakra che ci mette in comunicazione col mondo esterno, infatti esso controlla sia le nostre capacità percettive (attraverso i sensi), sia quelle espressive (attraverso la voce, il gesto e l’espressione del viso)

Avere un Vishuddhi chakra in buone condizioni significa essere in grado di comunicare con il mondo esterno avendo rispetto di sé e degli altri; significa saper osservare e partecipare al gioco della vita senza rimanerne travolti; significa saper dire le cose direttamente ma senza colpevolizzare nessuno. Ciò implica altresì che non dobbiamo essere giudici né moralizzatori, ma piuttosto “incoraggiatori”. Per queste ragioni è detto essere il chakra del senso della collettività, ed è attraverso il Vishuddhi che le qualità dello Spirito, che risiede nel cuore, si rendono manifeste nella società.

Localizzazione

Il chakra del Vishuddhi si trova alla base del collo, al livello delle vertebre cervicali, è interessato a tutti i nostri organi relativi alla comunicazione: braccia e mani, l’intero viso (lingua, orecchie, parte esterna degli occhi), il collo, il sistema otorinolaringoiatrico come pure è responsabile della salute della pelle. Governa anche la tiroide, che è il primo filtro del corpo, dunque molto importante, i seni frontali dipendono pure da questo chakra: tra di essi (cioè tra le due sopracciglia) è localizzato un sotto chakra: l’Hamsa, che è preposto alla qualità del discernimento. Dal Vishuddhi chakra infine nascono l’Ego ed il Superego (che costituiscono i due petali dell’Agnya chakra)

Il Vishuddi chakra è localizzato alla base del collo, e sulla mano è nell'indice

Il chakra del Vishuddhi, corrisponde, nell’evoluzione, alla nascita dell’homo sapiens, perché il Vishuddhi chakra è comparso quando l’uomo ha assunto una posizione eretta.

Al livello del Vishuddhi si risveglia la coscienza dell’umanità appena nata, la società comincia ad organizzarsi, con la parola ed in seguito con la scrittura, si stabilisce la comunicazione tra gli uomini

Il Vishuddhi è il chakra che ci mette in comunicazione col mondo esterno, infatti esso controlla sia le nostre capacità percettive (attraverso i sensi), sia quelle espressive (attraverso la voce, il gesto e l’espressione del viso)