Archivi tag: compassione

Il discorso della settimana: la Kundalini (II parte)

(continua da qui)

Sahaja yogis alzano la Kundalini, che viene catturata in fotografia, ad alcune persone

Questi poteri erano disponibili ad alcune anime realizzate di un tempo, anche ai rishi (i grandi saggi e meditatori indiani, ndr), ai grandi muni. Ma i loro poteri non erano basati sull’amore e sulla compassione. Questo è il vostro campo specifico, poichè voi dovete lavorare per il bene della gente. Loro dovevano proteggere se stessi o distruggere, così svilupparono il potere di maledire. Voi non possedete questo potere, non potete maledire nessuno, con piacere questo potere è stato cancellato…neanch’ilo faccio; potrei, ma non mando mai maledizioni a nessuno, perchè la nostra base è l’amore, la compassione, la dolcezza.

La maggior parte di essi aveva un terribile carattere, estremamente iroso e spesso usavano parole durissime quando parlavano delle persone non realizzate o di coloro che causavano problemi. Era molto buffo vedere quanto erano arrabbiati con la società; alcuni di essi non guardavano la società, non la denunciavano o ne parlavano male: erano solamente soddisfatti di se stessi, oppure scrivevano delle benedizioni ricevute.

Voi siete in un’altra dimensione: dovete usare i vostri poteri per il bene della gente. Anche per questo la vostra Kundalini è stata risvegliata in modo così sahaj; è stato grazie all’amore e alla compassione di vostra Madre. Per cui ora, l’unico modo in cui potete nutrire la Kundalini è sviluppare in voi il senso dell’Amore Puro e della Pura Compassione. Ho usato la parola ‘puro’, che è anche il mio nome: ciò significa che dovete essere innocenti, per cominciare. Se non siete innocenti, probabilmente avete problemi con la lussuria, forse il vostro amore è diretto verso alcune persone, solamente.
La Kundalini non agisce così: ascende, passa da tutti i chakra, non è coinvolta da niente, cerca di curare tutti i chakra, di nutrirli, e si preoccupa solo della propria ascesa.

ESTRATTO DA DISCORSO SULLA KUNDALINI (trasmissione del 10-05-10 e repliche)
21 Giugno 1992 – Cabella Ligure

Shri Mataji Nirmala Devi

Annunci

L’innocenza

L’innocenza

Il potere dell’innocenza è immenso. Innanzi tutto elimina in voi la paura, ma il suo più grande potere consiste nel rendervi persone degne e rispettabili. E” grazie a questa qualità di innocenza che voi potete ricevere le vibrazioni.

L’innocenza ha la capacità di rendere le persone molto pacifiche. Una persona che non è innocente non sarà mai saggia; la saggezza è un dono dell’innocenza. Nel crescere, questa innocenza emana il profumo della compassione. Quando ricevete le vibrazioni acquisite fermezza e calcate la retta via, perché possedete quella innocenza esente da invidia e lussuria!

Vi rende belli. I vostri occhi brillano e ovunque li volgete un solo sguardo è sufficiente per alzare la Kundalini.
È la maturità della vostra innocenza che deve essere sviluppata. Essa vi farà diventare persone profonde, rispettose delle leggi divine.

Si confonde spesso l’innocenza con la stupidità, ma un uomo stupido cade subito in comportamenti egoici, mentre l’innocenza conferisce saggezza. Non potete ingannare l’innocenza. Una persona innocente non fa male a nessuno, non si mette in testa di risolvere tutti i problemi, ma abbandona ogni cosa a Dio.

L’innocenza vi da la concentrazione: osservate il neonato che succhia il latte dalla madre, come è concentrato su ciò che fa….L’innocenza vi mantiene nel presente: una persona innocente è sempre distesa… Sviluppate dunque la vostra innocenza, è un’ottima occasione per vivere nel presente. Perché lo sapete, quando siete nel presente, stabilite un contatto con il potere Divino. Più siete innocenti, più parteciperete allo stato di beatitudine.
L’innocenza dona la saggezza. Tutte le sciocchezze commesse dall’ego provengono dalla mancanza di innocenza.

(Shri Mataji Nirmala Devi)