Programma Pubblico di Roma, 1988

Mi inchino a tutti i ricercatori della Verità.

Dobbiamo comprendere che la Verità deve essere individuata mantenendo la mente aperta, la Verità deve essere scoperta nel nostro sistema nervoso centrale. Ad esempio, guardando questo tappeto rosso, chiunque di voi può vedere che è rosso: così la Verità deve essere la stessa per tutti noi. Ma se la verità è una sola, viene da chiedersi: come mai ci sono tutti questi problemi nelle religioni o nelle filosofie; perché la gente vede la verità in modi diversi?

Questi problemi sono dovuti all’ignoranza. C’è una storia a proposito di questo: alcune persone cieche volevano conoscere un elefante: così provavano a toccarlo in parti diverse. Ognuno di loro descriveva l’elefante per quello che percepiva. La Verità invece deve essere compresa nella sua totalità.

Gli esseri umani hanno tentato in mille modi di comprendere questa Verità: attraverso le loro proiezioni mentali, attraverso le loro proiezioni emozionali, leggendo libri cosiddetti spirituali e anche seguendo molti leaders spirituali. In realtà nessuno di loro l’ha conosciuta perché dobbiamo ancora raggiungere lo stato dello Spirito; questo non ha niente a che vedere con il darsi un certificato di nato due volte, nessuno può darvi l’etichetta di persone realizzate.

Shri Mataji durante un programma pubblico

Shri Mataji durante un programma pubblico

In questa folle ricerca della Verità la gente si è allontanata sempre di più’ dalla Realtà; non biasimo chi si è dato alla droga o ad altre cose dannose. Questa ricerca sembra essere stata inutile. Tuttora, nonostante la comparsa di orribili malattie, molti continuano a pensare che spingendo la moralità delle persone oltre ogni limite, si possa ottenere qualche risultato. Se questo sistema fosse valido, avrebbe funzionato già da tempo; invece c’è, alla base, qualcosa di sbagliato. Oggi siamo di fronte alla possibilità di qualche grande disastro e stiamo quasi pensando di tornare indietro.

C’è stata una donna, una leader politica, che è venuta a trovarmi a Londra e mi ha detto: “Noi pensiamo di dar vita ad un partito che non sia nè di destra nè di sinistra”. Io le ho chiesto perché volessero fare questo e lei ha risposto: “Perché siamo stanchi di questo continuo movimento a destra e a sinistra e allora vogliamo stare al centro”. Ed io: “Ma in questo caso … diverrete statici!” E lei ancora: “Ma non avendo ottenuto niente da questi movimenti a destra e a sinistra cosa dobbiamo fare?” Le ho risposto: “Se voi siete al centro allora dovete ascendere, dovete evolvere verso uno stato superiore.

Questo stato è stato descritto in tutti i grandi libri delle varie religioni ed anche Lenin ne ha parlato e un grande psicologo come Jung, ma nessuno sa come arrivarci. In Occidente abbiamo la conoscenza dell’albero, la conoscenza della parte esteriore, la scienza, la politica, l’economia, tutti aspetti della cultura umana, ma dove sono le radici dell’albero? Esse ci sono, devono essere da qualche parte. Ebbene lo Yoga, Sahaja Yoga, è la radice: le vostre radici devono incontrare la sorgente, devono giungere a questa sorgente, la sorgente eterna, il Potere Onnipervadente di Dio; questo deve accadere e deve accadere nel modo più’ naturale.

(continua..)

Shri Mataji Nirmala Devi, Programma Pubblico, Teatro Giulio Cesare,Roma, 1988

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...